Il Cimitero di Montparnasse: un luogo emozionante ricco di storia e di storie

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 6 . Media: 4,83 su 5)
Il Cimitero di Montparnasse: un luogo emozionante ricco di storia e di storie

I luoghi simbolo di Parigi sono da sempre molto affollati di turisti, difficile trovare la zona di Montmartre quieta per esempio. La cosa curiosa è che ci sono alcuni luoghi, solitamente silenziosi, che a Parigi sono diventati meta turistica ed accolgono ogni anno migliaia di visitatori.

Sono i cimiteri della capitale: dal più famoso, quello di Père-Lachaise a est della città, al cimitero che sorge sulle colline di Montmartre, ma c’è ancora un terzo luogo di culto che richiama i turisti, il cimitero di Montparnasse. Situato nel 14° Arrondissement, nella zona sud della capitale, il cimitero è un luogo emozionante ricco di storia e di storie.

Durante la Rivoluzione Francese nel quartiere di Montparnasse cominciarono ad essere sepolti i poveri, quelli che nessuno reclamava, e fu all’inizio del XIX secolo che il Prefetto di Parigi acquisì questi terreni per installare il terzo cimitero della città, dove vennero sepolti i grandi nomi della storia francese. Da Charles Baudelaire, poeta e scrittore, a Charlotte de Robespierre, sorella del noto rivoluzionario; lo scrittore Guy de Maupassant, l’imprenditore dell’auto Citroën, registi, artisti, pittori, il filosofo Sartre, Simone de Beauvoir e molti altri nomi della scena artistica e culturale francese.

All’ingresso viene fornita la mappa del cimitero con l’indicazione delle tombe dei personaggi più noti, ed è particolare visitare quella del musicista Serge Gainsbourg, cantautore simbolo per i francesi. Fiori, testi di canzoni, dediche, fotografie, il tutto ai piedi della tomba di questo artista eccentrico e particolare per la scena musicale francese.

Il cimitero di Montparnasse è luogo di molti pellegrinaggi letterari, un tuffo nella storia per rendere omaggio ai più grandi artisti e nomi iconici. Sempre al suo interno si trova anche il cenotafio dedicato a Baudelaire; l’opera doveva essere realizzata da Auguste Rodin, ma fu poi eseguita da uno scultore meno conosciuto, José de Charmoy ed inaugurata nel 1902.

All’inizio del Novecento il quartiere di Montparnasse era un effervescente centro culturale particolarmente all’avanguardia, dove erano soliti ritrovarsi personaggi di spicco come Modigliani e Chagall; esiliati politici, scrittori e filosofi, come gli americani Hemingway e Miller, che si ritrovavano nei numerosi café della zona decisamente bohémienne. Ancora oggi il quartiere, alle spalle di un’altra zona molto nota, Saint-Germain-des-Prés, vanta numerosi locali, ristoranti, hotel ed è perfetta per valutare un soggiorno in centro a Parigi.

Inserito da molte guide tra le cose da visitare nella capitale, il cimitero di Montparnasse è un vero e proprio museo a cielo aperto, un angolo di storia in un quartiere che vanta tra l’altro uno degli spazi verdi più importanti della città con i suoi venti ettari ed un migliaio di alberi, tra tigli, frassini e conifere. Si può visitare da lunedì a domenica, ma è bene consultare il sito del Comune di Parigi per verificare gli orari ufficiali di apertura che possono variare in base a stagionalità e festività.

Qui di seguito la lista completa dei personaggi celebri che si trovano nel cimitero di Montparnasse (in ordine alfabetico):

Jules Dumont d’Urville, Pierre Joseph Proudhon, Charles Baudelaire, César Franck, Guy de Maupassant, Henri Poincaré, Camille Saint-Saëns, Alfred Dreyfus, Constantin Brâncuşi, Tristan Tzara, Man Ray, Jean-Paul Sartre, Raymond Aron, Julio Cortázar, Simone de Beauvoir, Samuel Beckett e Serge Gainsbourg.

Scarica la mappa del cimitero di Montparnasse (.pdf)

Cimitero di Montparnasse

https://www.paris.fr
https://www.paris.fr/equipements/cimetiere-du-montparnasse-4082
3, buolevard Edgar Quinet – 75014 Paris
Metro: Raspail, Edgar Quinet o Gaîté

Leggi anche:

x