La Sainte-Chapelle di Parigi, sorprendente gioiello del gotico

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 5 . Media: 5,00 su 5)
La Sainte-Chapelle di Parigi, sorprendente gioiello del gotico

La Sainte-Chapelle è un tesoro che aspetta di essere scoperto. La sua eleganza e raffinatezza è nascosta dietro il palazzo della Conciergerie, antica prigione sull’Île de la Cité. Re Luigi IX la fece costruire nel XI secolo per ospitare la più preziosa reliquia cristiana: la corona di spine.

Completata nel 1248 questa cappella è uno degli esempi più riusciti dell’architettura e dello stile gotico, ancora oggi capace di togliere il fiato a chi la visita.

L’edificio si sviluppa su base rettangolare e due livelli di altezza. Nella Cappella inferiore, destinata al popolo e situata a pianterreno, si possono ammirare le volte a crociera su sonfo blu, decorate con gigli dorati, simbolo del re di Francia.

Nella Cappella superiore, destinata alla famiglia reale e collocata al piano rialzato, si trovano gli elementi più famosi della cappella, le preziose vetrate e il rosone duecenteschi. Storie della Bibbia e della vita dei santi vengono raccontate visivamente.

Si possono osservare inoltre le figure di re Luigi IX con la moglie e la madre nell’atto di pregare. Una sala molto luminosa dalle pareti sottili di grande eleganza e leggerezza.

Durante la Rivoluzione Francese la cappella fu utilizzata come ufficio e le vetrate vennero coperte da enormi schedari. Questo ne permise la conservazione. Altro destino ebbero col tempo i banchi del coro e la guglia, che fu poi ricostruita nel XIX secolo.

Attualmente sconsacrata fa spesso da cornice a concerti e rassegne di musica classica.

Leggi anche: I 5 tesori che han fatto dell’île de la Cité di Parigi uno dei luoghi più incantevoli al mondo

Sainte-Chapelle

http://www.sainte-chapelle.monuments-nationaux.fr
8, boulevard du Palais – 75001 Paris
Metro: Cité

arrow_upward
x