L’Asse storico di Parigi, una linea retta che attraversa secoli di architettura

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 2 . Media: 5,00 su 5)
L’Asse storico di Parigi, una linea retta che attraversa secoli di architettura

L’Asse Storico di Parigi, conosciuto anche con il nome di “Vie Triomphale”, è una linea immaginaria costituita da molteplici palazzi, strade e monumenti storici ed artistici che dal cuore della città si sviluppa verso la periferia ovest della capitale francese.

Nel particolare, l’Axe historique tocca punti di grande interesse come il museo del Louvre, l’Arco di Trionfo del Carrousel, il Jardin des Tuileries, la Place de la Concorde per poi continuare verso i suggestivi e popolari Champs Élysées che terminano con l’Arco di Trionfo. L’Asse Storico di Parigi termina con La Défense dove si trova il modernissimo Arco de La Défense.

La realizzazione dell’Asse Storico di Parigi è iniziata a partire dal XVII secolo con la progettazione degli Champs-Élysées. L’Axe historique si estendeva nei giardini del magnifico Palazzo delle Tuileries, che è stato incendiato nel 1871 durante la Comune di Parigi e raso al suolo circa dieci anni dopo e di cui oggi rimangono i suggestivi Jardins des Tuileries. Tra questi ultimi e gli Champs Élysées, nell’area dove oggi si trova Place de la Concorde, vi erano una serie di edifici che sono stati sostituiti con la popolare piazza all’inizio del regno di Luigi XV.

Nella parte orientale, davanti al Palazzo delle Tuileries, era situata la Place du Carrousel, dove venne costruito, su commissione di Napoleone Bonaparte l’Arc de Triomphe du Carrousel. Il progetto dell’Asse Storico di Parigi continuò nel XIX secolo con l’eliminazione di tutti i palazzi che sorgevano tra l’entrata del Vecchio Louvre e il cortile delle Tuileries.

Nella parte ovest della città, invece, nel 1836 è stato terminato l’Arc de Triomphe, che è situato sulla Place de l’Étoile e nel punto più ad ovest degli Champs Élysées. L’arco rappresentava la parte più lontana della linea prospettica che attualmente ha inizio con il Museo del Louvre, estendendosi sulla Piramide del Louvre.

L’Axe historique è stato sviluppato nella parte ovest seguendo l’Avenue de la Grande Armée fino ad arrivare al quartiere La Défense. Quest’area divenne un importante centro direzionale che vide la costruzione di grandi palazzi ed edifici.

Nel 1989 venne inaugurato La Grande Arche de la Fraternité, un monumento dedicato all’umanità e alle vittorie militari. L’Arco di Trionfo fu rimodernizzato dal talentuoso architetto di origini danesi Johann Otto von Spreckelsen su commissione del presidente François Mitterrand. Dopo aver preso visione di ben 484 progetti anonimi di artisti provenienti da tutto il mondo, il presidente scelse di mettere nelle mani il grande progetto all’artista danese, che non deluse le aspettative.

Ricordiamo infine, che molteplici presidenti francesi, come ad esempio Georges Pompidou e Valery Giscard d’Esteing, si sono impegnati nei progetti per l’ulteriore allungamento dell’Asse Storico di Parigi.

arrow_upward
x