La Libertà che guida il popolo, un dipinto simbolo della Repubblica Francese

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 1 . Media: 5,00 su 5)

La Libertà che guida il popolo è un dipinto realizzato in 1830 da Eugène Delacroix, che era in quel periodo un leader del romanticismo. È una rappresentazione allegorica della rivoluzione parisiana di luglio 1830. Si tratta di un dipinto a olio su tela di 325cm di larghezza per 260cm d’altezza.

Sul dipinto, è chiaramente visibile che Delacroix è partito da una base triangolare, esattamente come sulla “La zattera della Medusa” di Géricault che Delacroix ammirava molto e per la quale aveva anche posato come modello. Oggi, il dipinto è conservato nel Museo del Louvre di Parigi.

L’opera abbastanza imponente fu realizzata tra il mese di ottobre e di dicembre dell’anno 1830. Si tratta di una specie di fotografia di una delle 4000 barricate parigiane durante la seconda giornata della rivoluzione di tre giorni (27, 28 e 29 luglio 1830) che i francesi hanno chiamato “trois Glorieuses”. Questi moti rivoluzionari in effetti portarono in soli 3 giorni al rovesciamento del regno di Carlo X e all’instaurazione della monarchia costituzionale sotto Luigi Filippo d’Orléans.

Sul dipinto, la libertà è simbolizzata dalla donna al centro del quadro, che avanza sicura a seno scoperto, sventolando la bandiera francese e tenendo ben stretto il fucile con l’altra mano. La donna ha un viso rivolto indietro, verso i compagni che stanno combattendo; questo sguardo è quello della libertà che tiene unito e guida il popolo. Nell’uomo col fucile e un cappello a cilindro è riconoscibile il pittore stesso; alcuni critici credono che il ragazzo con le due pistole avrebbe ispirato Victor Hugo per la figura di Gavroche, monello parigino che muore combattendo eroicamente nel suo libro “I Miserabili”.

Compaiono anche sul dipinto e anche in primo piano dei corpi caduti e molto realistici che permettono senza alcun dubbio di evidenziare il pericolo e la paura della morte mentre intorno a tutto questo, risiede il fragore della lotta, che coinvolge popolani, borghesi, soldati e anche bambini. Il dipinto mostra anche una città di Parigi (riconoscibile grazie alle torri di Notre-Dame visibili in fondo al quadro) riempita di fumo delle cannonate e degli incendi.

La violenza espressa sul dipinto ha innanzitutto sorpreso il pubblico. Ma è soprattutto l’immagine che è dato al popolo e più generalmente ai combattenti delle giornate di luglio che ha particolarmente scioccato la critica. Il dipinto è certamente un quadro politico, in cui viene esposta chiaramente l’ideologia liberale dei giovani romantici, quell’idea di libertà che sarebbe diventata poi uno dei fondamenti dell’Unione Europea attuale.

La libertà che guida il popolo è tra le opere più importanti in assoluto del XIX secolo. Oggi in Francia, assume un valore emblematico. In effetti, i valori patriotici rappresentati l’hanno fatto diventare un’icona della Repubblica.

Leggi anche: Le 10 opere d’arte da vedere assolutamente al Louvre (oltre alla Gioconda)

Consigliati per te

Entra nella prima community degli Italiani a Parigi!

Hai perso la password?

Calendario Eventi

<< maggio 2017 >>
lmmgvsd
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 1 2 3 4

Community

Foto del profilo di Roberta
Foto del profilo di vivaparigi
Foto del profilo di Paba
Foto del profilo di Valeria
Foto del profilo di Dorian
Foto del profilo di alberto
Foto del profilo di Valeria
Foto del profilo di Catinello Sebastiano
Foto del profilo di Alessandro Berioli
Foto del profilo di Bruno
Foto del profilo di Sara
Foto del profilo di Osvaldo Parenti
Foto del profilo di Papis
Foto del profilo di Roberto
Foto del profilo di Angelo

Eventi a Parigi

x