I 5 musei di Parigi da vedere assolutamente

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 4 . Media: 5,00 su 5)
I 5 musei di Parigi da vedere assolutamente

Parigi è la patria dell’arte e della cultura. La capitale regala ai suoi visitatori perle di saggezza di ogni tipo, racchiuse nelle quattro mura di uno dei suoi innumerevoli musei. Le strutture adibite a museo nella città sono tante, tutte molto diverse tra loro. Ma se ci si volesse cimentare nell’impresa, molto più che ardua, di nominare i migliori, cinque in particolare meriterebbero un posto d’onore in questa speciale lista.

Museo del Louvre

Uno dei più famosi al mondo e quello che, per antonomasia, rappresenta Parigi, e con i suoi oltre 8 milioni di visitatori all’anno si merita certamente un posto d’onore in questa classifica. Il Louvre è situato nel I° arrondissement, tra la Senna e rue de Rivoli. Il museo come lo conosciamo oggi è nato da una serie di costruzioni che si sono susseguite a partire dalla fine dell’800, anche se la struttura principale era stata inaugurata a museo già nel 1802. la famosa Piramide del Louvre, una struttura piramidale che funge da ingresso, è, invece, relativamente recente. È stata, infatti, inaugurata nel 1989 e pensata, inizialmente, per essere l’unico ingresso del museo. Il Louvre è la casa di opere famosissime, per un totale di oltre 380000 pezzi, suddivisi in sezioni espositive. Il museo è inoltre la casa di celeberrime opere, quali i capolavori di Leonardo da Vinci la “Gioconda” e la “Vergine delle rocce”, il dipinto di Delacroix la ”Libertà che guida il popolo”, la Venere di Milo e la Nike di Samotracia.

Leggi l’articolo: Il Louvre, il museo di Parigi più visitato al mondo

Museo d’Orsay

Il museo impressionista situato in Rue de la Légion d’Honneur, nel VII° arrondissement. La struttura venne costruita alla fine dell’800 e sfruttata, negli anni successivi, per diversi usi, e divenne finalmente museo solo nel 1978. Il museo espone numerose collezioni di stampo impressionista e post-impressionista, per le quali è diventato celebre. Fra i maggiori espositori dello stile si ritrovano Degas, Renoir, Monet e Cézanne, oltre che Gauguin e Van Gogh. Sono anche presenti opere di altri stili, che si collocano temporalmente negli anni compresi tra il 1848 e il 1914, con alcune opere successive a quella data. I percorsi che il turista può seguire durante la sua visita sono quello cronologico e quello monografico.

Leggi l’articolo: Il Museo d’Orsay a Parigi: i più grandi capolavori dell’impressionismo

Centro Georges Pompidou

Un edificio tanto moderno quanto lo è l’arte contenuta al suo interno, situato nel IV° arrondissement. Il Centro nazionale d’arte e di cultura Georges Pompidou, anche conosciuto come Beaubourg, dal nome della via in cui è situato, è stato inaugurato nel 1977, 6 anni dopo l’approvazione del progetto per la costruzione dell’edificio, che risulta coloratissimo e decisamente atipico. Il Centro ospita una collezione molto ampia di opere di arte moderna, con artisti del calibro di Mirò, Picasso, Matisse e Chagall. Sui primi tre piani dell’edificio è invece localizzata la Bibliothèque publique d’information, una biblioteca che raccoglie, oltre a 350000 libri, anche spartiti, riviste e giornali, mappe, CD e documenti audio e persino documenti elettronici, materiali, questi, che fanno del Beaubourg, oltre che un museo di arte moderna, anche un centro del design e delle arti audio-visive.

Leggi l’articolo: Il Centro nazionale d’arte e di cultura Georges Pompidou

Museo del Quai Branly

Situato nel VII° arrondissement non lontano dalla Torre Eiffel. Ultimo museo della lista, ma non di certo per importanza, il Musée du quai Branly risale al 1995 e la sua creazione è stata oggetto di critiche e controversie. La struttura consta di 4 edifici: oltre al museo vero e proprio sono presenti l’Université, che comprende una libreria, il Branly, con i suoi uffici amministrativi, e l’Auvent, con i magazzini. Le esposizioni del museo, che attualmente sono ancora in fase ri-organizzativa, comprendono una carrellata di arte rappresentativa delle culture più diverse, sparse per i cinque continenti, per un totale di circa 300000 pezzi.

Leggi l’articolo: Il museo del Quai Branly di Parigi, un mix di arti lontante e primitive uniche

Museo dell’Orangerie

Altro museo di stampo impressionista, situato sull’incantevole place de la Concorde. La galleria, posta lungo la Senna, è stata inaugurata ad inizio ‘900, ospitando, come una delle prime opere, quelli che a tutt’oggi sono i dipinti più celebri del museo, ovvero le “Ninfee” di Monet, disposti sui muri di due stanze ovali. Fra gli altri artisti impressionisti esposti nella galleria si citano Cézanne, Picasso, Rousseau e Renoir.

Leggi l’articolo: Il Museo dell’Orangerie di Parigi

Se non vuoi fermarti ai soli 5 musei più conosciuti, scopri anche: I 20 musei più importanti di Parigi

arrow_upward
x