Il Museo della Moneta di Parigi, meta ideale per gli amanti della numismatica

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 1 . Media: 5,00 su 5)

Situato nel VI arrondissement (nel Quai de Conti), tra il Quartiere Latino e il Quartiere di Saint-Germain-des-Prés, il Museo della Moneta (Musée de la Monnaie) è un luogo completamente dedicato alla moneta francese e alla sua storia.

Nel corso del tempo il Museo ha cambiato più volte sede a Parigi e la sua posizione attuale risale alla prima metà dell’Ottocento. La struttura, infatti, fu inaugurata da Luigi Filippo di Francia (Luigi XV) l’8 novembre del 1833 e allestita nell’Hôtel des Monnaies, un elegante edificio del XVIII secolo che affaccia sulla riva sinistra della Senna e che fu progettato dall’architetto Jacques Denis Antoine.

Il Museo come lo conosciamo oggi, invece, è stato inaugurato nel 1991 e realizzato da Katherine Gruel (area dell’antichità), Jean Belaubre (Medioevo) e Bruno Collin (parti moderna e contemporanea). Il Museo è anche sede della Zecca Francese, nata nell’864 e facente parte del Ministero delle Finanze.

La collezione del Museo è molto vasta: circa 2000 monete e molte centinaia di gettoni e medaglie (450) ripercorrono tutta la storia della moneta in Francia, dall’epoca dei Romani e dei Galli fino ad oggi. L’esposizione comprende anche libri, pubblicazioni, documenti antichi di grande valore storico e culturale, vetrate, incisioni, sculture e fondi di archivio della Zecca a partire dal XV secolo. Ancora, ci sono monete speciali da collezione emesse dalla Zecca, come quella recente dedicata a Coco Chanel.

Ma soprattutto qui è possibile ammirare i macchinari, gli attrezzi e gli strumenti – sia antichi che moderni – usati per la coniazione delle monete (non solo francesi), in modo da scoprire come si sia evoluta la tecnica della coniatura dal 300 a. C. fino ad oggi. A tal proposito, ricordiamo la pressa Ulhorn del 1807: è interessante perché fu il primo strumento che sostituì il torchio, permettendo di coniare monete molto più velocemente grazie ad una pressa a leva che sfruttava il vapore; quest’invenzione tedesca fu poi migliorata dai francesi con la pressa Thonnelier.

Il Museo della Moneta, quindi, non offre solo una semplice collezione di monete e oggetti simili, ma anche una descrizione del contesto storico, sociale, politico ed economico in cui gli esemplari sono stati creati. Ripercorrere la storia delle monete coniate e/o circolate per secoli in Francia significa ripercorrere tutta la storia della nazione.

Il Museo della Moneta organizza anche attività e visite didattiche per gli studenti (bambini e ragazzi), incontri per vendite private o scambi di monete e medaglie tra i collezionisti. Dal 2003, inoltre, sono organizzati dei concorsi a tema per coinvolgere direttamente gli appassionati (e non) nell’arte della coniazione: si tratta di concorsi aperti a grafici, artisti, incisori, illustratori che possono arricchire la collezione del Museo con le loro opere. Inoltre, nel Museo si stampano ancora monete in metalli preziosi e medaglie (la moneta corrente, invece, è coniata a Pressac). Nella grande Sala della Moneta, infine, è possibile ammirare la statua della Fortuna scolpita da Mouchy.

Museo della Moneta

https://www.monnaiedeparis.fr
11, quai de Conti, 75006 Paris
Metro: Pont Neuf

arrow_upward
x