Coronavirus: a Parigi e in Francia eventi sospesi e musei chiusi » Info e Aggiornamenti »

Coronavirus: a Parigi e in Francia eventi sospesi e musei chiusi (info e aggiornamenti)

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 3 . Media: 5,00 su 5)
Coronavirus: a Parigi e in Francia eventi sospesi e musei chiusi (info e aggiornamenti)

Così come in Italia, anche il governo francese sta predisponendo una serie di misure per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019 che riguardano tutto il territorio nazionale, quindi anche la città di Parigi.

Dal 13 marzo 2020 sono stati vietati i assembramenti con oltre 100 persone. Di conseguenza non potranno svolgersi i concerti, gli spettacoli e tutti quegli eventi che prevedono un numero uguale o maggiore di partecipanti. Stessa cosa per i club e le discoteche, che rimarranno chiusi fino a nuovo ordine.

A partire dal 15 marzo 2020 il governo ha preso anche la decisione di chiudere tutti quei luoghi aperti al pubblico ritenuti non essenziali, comprese le biblioteche, i pub e i ristoranti.

In rispetto di questa regola hanno chiuso le loro porte al pubblico, tra le altre cose, anche tutte le attrazioni turistiche principali della capitale: la Torre Eiffel, il Louvre, il Centre Pompidou, il Museo d’Orsay, il Castello di Versailles, l’Opéra e il parco dei divertimenti Disneyland Paris.

A Parigi, come nel resto di Francia, saranno aperti solo i seguenti esercizi commerciali: alimentari, farmacie, banche, tabaccai e giornalai.

Tra le disposizioni in corso è stata quindi decisa la chiusura delle università e delle scuole di ogni ordine e grado (a partire dal 16 marzo 2020) fino alla fine dell’emergenza. Sempre a partire dal 16 marzo 2020 saranno ridotti i trasporti pubblici sia a livello locale che nazionale, quali metropolitana, bus e treni. Per quanto riguarda i collegamenti ferroviari, è stato sospeso il collegamento TGV tra Parigi, Torino e Milano, a partire da mercoledì 18 marzo. I viaggiatori che sono già in possesso di un titolo di viaggio fino al 30 aprile potranno procedere alla richiesta di rimborso al seguente link: https://www.sncf.com/fr/service-client/reclamations/tgv-intercites.

Visto che l’invito a restare in casa non è stato preso molto seriamente dalla popolazione, un nuovo decreto stabilisce che a partire dalle ore 12 del 17 marzo 2020 non sarà più permesso incontrarsi all’aperto con amici e parenti per un periodo di almeno 15 giorni, eventualmente rinnovabile. Sono anche chiusi ai pedoni il lungosenna, lo Champ-de-Mars e l’esplanade des Invalides.

Sono quindi consentiti solo gli spostamenti necessari: fare la spesa, andare in farmacia, dal dottore, o andare al lavoro. Come in Italia, per evitare sanzioni sarà necessaria un’autocertificazione disponibile sul sito del ministero degli interni: https://mobile.interieur.gouv.fr/Actualites/L-actu-du-Ministere/Attestation-de-deplacement-derogatoire.

Chi viene fermato all’aperto senza motivazioni reali verrà punito con una multa di 135 euro. Se, nell’arco di 15 giorni, viene nuovamente fermato la multa sale a 1500 euro. Quando i casi diventano 3 sono previsti 6 mesi di reclusione e 3750 euro di multa.

Dal 24 marzo sono chiusi anche i mercati, mentre le uscite per attività sportive vanno fatte entro 1 km da casa e per un massimo di un’ora al giorno.

Il governo ha stabilito anche il rinvio del secondo turno delle elezioni municipali e la sospensione di tutte le riforme, a cominciare dalla riforma del sistema pensionistico.

Con la speranza che tutto torni rapidamente alla normalità, i provvedimenti elencati sono soggetti a modifiche in seguito dell’evolversi dello scenario epidemiologico.

In caso di sintomi sospetti come febbre, tosse e problemi respiratori ricordiamo che non bisogna recarsi direttamente al pronto soccorso, ma chiamare un ambulanza al n° di telefono 15. Per eventuali domande e informazioni si può chiamare il numero verde unico 0 800 130 000. Il numero è attivo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

Qui di seguito ricordiamo i 10 comportamenti da seguire elencati dal ministero della Salute italiano in collaborazione con l’Organizzazione mondiale della Sanità:

  • Lavati spesso le mani
  • Evita il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute
  • Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani
  • Copri bocca e naso se starnutisci o tossisci
  • Pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol
  • Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico
  • Contatta il numero verde 1500 se hai febbre o tosse e sei tornato dalla Cina da meno di 14 giorni
  • Usa la mascherina solo se sospetti di essere malato o assisti persone malate
  • I prodotti “Made in China” e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi
  • Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus

Altre indicazioni e informazioni sono disponibili sul sito ufficiale del governo: https://www.gouvernement.fr/info-coronavirus

Calendario Eventi

<< Marzo 2020 >>
lmmgvsd
24 25 26 27 28 29 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5
arrow_upward
x