Il canale Saint-Martin, luogo di ritrovo dei giovani parigini

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 1 . Media: 5,00 su 5)

Il canale Saint-Martin è un lungo canale parigino, luogo di ritrovo per giovani e giovanissimi immersi in un’atmosfera magica e circondati da artisti di strada. Il canale corre lungo i quartieri orientali di Parigi, nel X arrondissement, per oltre 4 km, collegando la Senna con il Bacino della Villette e con il Canal de l’Ourcq.

I lavori per la realizzazione del canale iniziarono nel 1805 e vennero terminati solo vent’anni dopo. Inizialmente il canale disponeva di un’umile portata ed era destinato all’irrigazione. In seguito, dopo la formazione di insediamenti lungo le sue rive, venne trasformato in canale per la navigazione commerciale. La zona coperta risale alla riorganizzazione Haussmann e agli anni subito seguenti. A cavallo fra la fine del ‘900 e l’inizio del nuovo millennio il canale venne definitivamente bonificato e trasformato nel luogo d’incontro ricco di vita che è attualmente.

Il canale è lungo precisamente 4,55 km, e scorre per due km al coperto, per l’esattezza sotto piazza della Bastiglia, boulevard Richard-Lenoir e boulevard Jules-Ferry. Nel canale sono presenti 9 chiuse, due ponti girevoli destinati ai pedoni e due ponti fissi adibiti al passaggio degli autoveicoli, oltre che diversi percorsi pedonali. Il canale possiede inoltre 5 bacini.

Al giorno d’oggi il canale non è più destinato al commercio, ma le sue acque sono solcate quotidianamente da turisti, che possono effettuare un tour in barca per 363 giorni all’anno. Sulle rive del corso d’acqua, in particolare all’altezza del Quai de Valmy, vi si possono trovare innumerevoli negozi, librerie, cafés, birrerie e diversi ritrovi destinati alla gioventù parigina. Inoltre i percorsi pedonali sono perfetti per effettuare tranquille passeggiate e persino giri in bicicletta. Le sponde del canale sono anche il luogo perfetto per un aperitivo primaverile o semplicemente per bere e chiacchierare in compagnia.

A partire dal 2004 è presente un nuovo punto di riferimento, il Point Ephémère. Questo è un vecchio magazzino che è stato trasformato nel punto di ritrovo degli artisti, che qui possono mostrare all’intera Parigi la loro arte. Lontano dalla folla, ma sempre al centro dell’azione, il Point Ephémère offre ogni sera concerti, esibizioni ed eventi, per chi ama assistere a concerti ed ascoltare nuovi talenti in ambito musicale e non, magari sorseggiando un gustoso drink.

Dal 2006 il canale è stato adibito ad asilo per i rifugiati, provenienti in gran parte dall’Asia Centrale. Qui sostavano oltre 200 persone, dormendo in tenda, in attesa che la loro richiesta di asilo venisse accolta. Tuttavia nel 2010 i campi dei rifugiati sono stati rimossi.

Il canale è stata la musa di molti artisti, in ambito pittorico, musicale e cinematografico. Il pittore Alfred Sisley è stato ispirato dalle sue acque, portandolo a raffigurare il canale in un suo dipinto. Anche il cinema è stato influenzato dal canale Saint-Martin, che è visibile in capolavori quali “Il favoloso mondo di Amèlie” e “Hôtel du Nord”. Anche la famosa cantante Edith Piaf cita il canale, cantando “The Mômes campana”.

Canale Saint-Martin

Entra nella prima community degli Italiani a Parigi!

Hai perso la password?

Calendario Eventi

<< dicembre 2016 >>
lmmgvsd
28 29 30 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31 1

Community

Foto del profilo di Fritz
Foto del profilo di Alice
Foto del profilo di elena bellu
Foto del profilo di vivaparigi
Foto del profilo di Karima
Foto del profilo di Robeiro
Foto del profilo di Matteo
Foto del profilo di Alessandro
Foto del profilo di Eleonora
Foto del profilo di elisa
Foto del profilo di alberto
Foto del profilo di bobmose
Foto del profilo di ChiaraC
Foto del profilo di Marcella
Foto del profilo di vincenzo

Eventi a Parigi

x