Il museo Ernest Hébert di Parigi, un tuffo tra favolosi ritratti dell’Ottocento

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 1 . Media: 5,00 su 5)
Il museo Ernest Hébert di Parigi, un tuffo tra favolosi ritratti dell’Ottocento

Le opere artistiche di Ernest Hébert, celebre ritrattista della Parigi dell’Ottocento, sono visitabili in quel che un tempo era la sua casa e studio e, oggi divenuto un bellissimo museo, situato al numero 85 di rue du Cherche-midi, nel VI arrondissement di Parigi.

Infatti, è proprio in questo edificio storico parigino risalente al Settecento che Ernet Hébert vi visse e vi morì. Il museo Ernet Hébert, quindi, rappresenta una interessantissima visita, una occasione da non perdere nell’ammirare le mille bellezze della capitale della Francia. Le opere artistiche che sono qui conservate, non solo sono uno strepitoso esempio di arte, ma permettono al visitatore di entrare in maggior sintonia con l’artista, in una sorta di percorso a ritroso nel tempo. Realizzato nel 1743, il palazzo che ospita il museo Ernet Hébert, è già da solo un magnifico esempio di architettura e di arte.

La collezione che si sviluppa al suo interno, mette in evidenza lo spirito mondano e raffinato del celebre pittore che visse nella seconda metà dell’Ottocento. Le antiche mura di questo splendido palazzo, hanno, inoltre, saputo conservare integro lo spirito dell’artista, salvaguardandolo dal passare del tempo. Non per nulla, percorrendo i passi che lo stesso Ernet Hébert compì, si può sentire il medesimo spirito e l’intimità che caratterizza questa casa.

Uno spirito familiare, quindi, impreziosito dalle opere d’arte realizzate dal grande artista. Un fantasmagorico gioco di ombre e luci di cui, ancora adesso, è intriso il giardino della casa. Nell’ammirare le opere di Ernet Hébert, non si può non rimanere colpiti di come il pittore abbia saputo trasformare in arte i suoi tanti e profondi ricordi italiani.

Nato a Grenoble da una famiglia agiata, nel 1839, a soli ventidue anni, vinse il Prix de Rome che gli aprirà le porte dell’Accademia di Francia a Roma, città ove visse per quasi trenta anni. Il museo parigino a lui dedicato, venne inaugurato nel 1979, con un doppio scopo. Il primo era quello di promuovere e consentire una comprensione migliore di quella che è stata la dirompente arte del XIX secolo, scegliendo, per far ciò, Ernest Hébert e le sue fantastiche collezioni pittoriche. Il secondo scopo, è stato quello di promuovere l’attività di artisti più contemporanei a prescindere che essi fossero giovani oppure già famosi ed affermati artisti.

Le sale ove sono esposte le opere di Ernest Hébert, presentano una ricca collezione della sua carriera di pittore ritrattista e, inoltre, consentono di comprenderne ancor di più il loro intrinseco e indicativo valore morale e di profondo significato artistico. Una visita al Museo Ernet Hébert, dunque, offre l’incredibile opportunità di aprire una finestra sul mondo visto con gli occhi del pittore e in grado di trasmettere profonde e vaste emozioni.

Si potrà, perciò, comprendere totalmente tanto l’importanza quanto la complessità del suo messaggio. Un simbolismo, ricco di movimenti estetici risalenti ai tempi in cui dipingeva. Indubbiamente, gran parte delle opere da lui realizzate, sono, immancabilmente, un forte richiamo alla sua lunga permanenza in Italia. Una raffigurazione pittorica che, pertanto, vede nei temi da lui svolti il profondo legame sentimentale che legava Ernet Hébert a Roma.

Questo museo è attualmente chiuso per lavori di restauro.

Museo Ernest Hébert

http://www.musee-hebert.fr
5, rue du Cherche-Midi – 75006 Paris
Metro: Saint Sulpice

arrow_upward
x