Il Palazzo dell’Eliseo a Parigi, residenza ufficiale del Presidente della Repubblica francese

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 1 . Media: 5,00 su 5)

Il Palazzo dell’Eliseo (in francese: Palais de l’Élysée) è una tappa molto interessante per chi si trova a Parigi e desidera visitare un edificio di notevole importanza storica e politica. Situato nell’ottavo arrondissement della capitale, all’indirizzo 55 di rue du Faubourg-Saint-Honoré, questo imponente edificio in stile rococò rappresenta la Residenza ufficiale del Presidente della Repubblica francese.

Costruito nel quartiere di Saint-Honoré, a due passi dagli Champs-Elysées, il Palazzo dell’Eliseo fu commissionato dal conte d’Évreux Louis Henri de La Tour d’Auvergne nel 1718. Il palazzo venne concepito secondo lo stile tipico francese de l’Hôtel particulier: questa struttura comprendeva un palazzo eretto su vari piani alla cui fronte si trovava la corte d’onore mentre il retro dell’edificio era destinato ai giardini. Gli esosi costi di costruzione permisero inizialmente di istituire solo il piano terra.

Acquisito nel 1753 dal Re Luigi XV di Francia, il Palazzo venne presto dedicato alla favorita del Re, Madame de Pompadour. Poco a poco Madame de Pompadour prese l’incarico di rinnovare e trasformare il palazzo, auspicando la creazione di un edificio grandioso e raffinato.

Per le decorazioni del palazzo, Madame de Pompadour si avvalse della collaborazioni di stimati artisti ed architetti dell’epoca, affrescando l’edificio con tematiche rococò in tipico stile dell’epoca: decorazioni in bianco ed oro, una raffinata camera da letto, l’inserzione sui muri di grandi arazzi e medaglioni. Notevole fu la scelta di puri cristalli di Boemia per i lampadari di corte, e la creazione di una grotta all’interno del giardino che simboleggiava un ritorno alla natura e alla vita campestre.

Essendo succeduto alla gestione del palazzo dopo la morte di Madame de Pompadour, suo fratello decide di vendere il palazzo agli ambasciatori. L’edificio passa successivamente a Nicolas Beaujon e nel 1783 nelle mani della duchessa Batilde di Borbone-Orléans, ultima proprietaria ufficiale del palazzo.

Il Palazzo dell’Eliseo fu un luogo di rilevante importanza durante la Rivoluzione Francese, facendo da sfondo all’atto di abdicazione di Napoleone nel 1815 e – divenuto di proprietà dello stato – fu abitato da notevoli figure politiche dell’epoca rivoluzionaria. A partire dal 1853 il palazzo viene utilizzato come residenza ufficiale dei presidenti della repubblica francese. Mac Mahon fu il primo presidente ad inaugurare la residenza a palazzo nel 1874.

Il Palazzo dell’Eliseo non è visitabile, ad eccezione di alcune date commemorative nazionali nelle quali apre al pubblico. In ogni caso, esso rappresenta uno splendido edificio storico che vale la pena osservare e fotografare dall’esterno.

Palazzo dell’Eliseo

http://www.elysee.fr
55, rue du Faubourg Saint-Honoré – 75008 Paris
Metro: Champs-Elysées – Clemenceau

arrow_upward
x