Visitare Parigi in 3 giorni: le cose da fare e vedere

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 4 . Media: 5,00 su 5)
Visitare Parigi in 3 giorni: le cose da fare e vedere

Nel caso in cui abbiate a disposizione 3 giorni per visitare Parigi, potete lasciarvi ispirare dal programma per visitarla in soli 2 giorni, ed eventualmente rallentare il ritmo o ampliare la lista di cose da vedere. Nel secondo caso, questo articolo si prefigge di fornire alcuni spunti e suggerimenti per approfondire la vostra conoscenza ed esperienza nella capitale francese.

Cosa aggiungere alla vostra lista di cose da vedere e visitare

Il Canale Saint-Martin, che con la calma del suo quartiere e la sua bellezza ha ispirato opere come quelle del pittore Alfred Sisley e della cantante Edith Piaf. Il canale fu costruito nel 1800, e fino ai tempi recenti era adibito alla navigazione commerciale. A seguito della sua bonifica, nei primi anni 2000, è diventato uno spazio dedicato al passeggio e al relax, e al traffico commerciale si è sostituito quello turistico.

Il cimitero di Père Lachaise. Situato nel XX arrondissement, il cimitero è uno dei più visitati al mondo in virtù dei personaggi celebri che vi si trovano sepolti, tra i quali Moliere, Rossini, Comte, Wilde, Proust. Il cimitero è inoltre luogo di numerose celebrazioni e commemorazioni.

Il Parc des Buttes-Chaumont, il terzo parco parigino in quanto a grandezza ma il primo per quanto riguarda la varietà di specie botaniche, nonché per la variegatissima fauna che lo abita. Situato nel XIX arrondissement, il parco era ritenuto un luogo magico da alcuni culti, e l’alone di mistero che lo circondava era amplificato dalle leggende che si narravano riguardo le cave e i passaggi sotterranei oggi preclusi al pubblico.

La promenade plantée, letteralmente la passeggiata alberata o passeggiata fiorita, chiamata talvolta anche Coulée verte. È percorribile per più di quattro chilometri, da Place de la Bastille al Boulevard périphérique di Parigi, sulla riva destra della Senna. La sua particolarità risiede nel fatto che si estende in mezzo alle abitazioni, offrendo in questo modo degli scorci pittoreschi e inusuali sulle vie della città e sulla vita dei suoi abitanti.

I luoghi per i quali vale la pena spendere un po’ di tempo in più

Passeggiando dalla cattedrale di Notre Dame verso la piccola Ile de Saint Louis, consentitevi una piccola deviazione tra le bancarelle del pittoresco mercato dei fiori e degli uccelli su rue Chanoinesse, per la precisione in Place Louis Lépine, all’interno dell’Ile de la Cité. Il mercato è aperto tutto l’anno, e ogni domenica è possibile notare tra i fiori e gli arbusti anche piccoli animali da compagnia, tra cui anche diverse specie rare di uccelli.

Quando vi trovate al numero 19 di rue Beaubourg, nel Centro nazionale d’arte e di cultura Georges Pompidou, e se le condizioni meteorologiche lo consentono, approfittatene per un drink al piano superiore dell’edificio, voluto negli anni 70 dall’allora Presidente della Repubblica e restaurato nel 2000 dall’architetto Renzo Piano. Allo stesso tempo, potete approfittarne per esplorare la La Bibliothèque publique d’information, conosciuta anche semplicemente come BPI, una delle più importanti biblioteche pubbliche parigine.

Nei pressi del Palais Royal, entrate a fare un giro nel negozio di souvenir della Comedie Française, il Teatro Nazionale Francese. Se siete fumatori, non potete non acquistare un sigaro alla “Civette”, proprio di fianco alla stazione della metropolitana di Palais Royal.

Una volta arrivati nel quartiere latino, vicino a Saint-Michel e all’Odeon, proseguite fino a Saint Germain des Prés e recatevi a visitare la chiesa di Saint Germain e la Place Furstenberg. Potete acquistare dei pregiati cioccolatini presso Debeauve et Gallais. Occhio al prezzo, però: sono buoni tanto quanto sono costosi. Il piccolo negozio ha mantenuto il suo aspetto caratteristico da quando ha aperto, all’inizio del XIX secolo.

Potete poi approfittare del vostro soggiorno a Parigi per visitare alcuni tra i numerosi musei, o addirittura riservare una giornata soltanto a diverse attività da fare.

5 musei da non perdere

Museo del Louvre
Musée d’Orsay
L’Hôtel National des Invalides
Museo dell’Orangerie
Museo del Quai Branly

Questi sono soltanto alcuni dei tantissimi musei che potete visitare. Come ben sapete, Parigi è piena di mostre ed esposizioni, permanenti e temporanee, di ogni tipo: la scelta sta solo a voi, in base alle vostre preferenze e, ovviamente, al tempo che avete a vostra disposizione.

Le attività per le quali meriterebbe riservare un’intera giornata

Andare alla reggia di Versailles. Nel caso in cui vi troviate a soggiornare a Parigi per tre giorni o più, una visita al palazzo, e ai giardini, più famosi del mondo non può che essere inserita nel vostro programma. L’antica residenza reale dei Borbone, distante circa una ventina di chilometri dalla capitale, necessita per forza di cose di un’intera giornata a disposizione, ma promette di ripagare ogni minuto speso.

Visitare un parco a tema. Nei pressi di Parigi si possono trovare ben due diversi parchi a tema per grandi e piccoli, quello di Disneyland Parigi e quello di Asterix. Questi parchi a tema, per loro natura, tendono ad accogliere il visitatore in un mondo a parte, e a farlo immergere completamente. Pertanto, è consigliabile prevedere una giornata specifica per potersi rilassare e divertire in compagnia di amici e familiari, senza le ingerenze e i ritmi di una vacanza “in città”!

Rilassarsi all’interno dei giardini. Anche in questo caso, Parigi offre un ventaglio di possibilità molto ampio: avete a vostra disposizione i giardini del Lussemburgo, il Parc Monceau e molti altri. Potrebbe essere un’occasione particolare per leggere un buon libro, per prendersi una pausa dai ritmi spesso troppo frenetici delle vacanze last minute o semplicemente per approfondire la conoscenza della vita dei parigini che ogni giorno vi si recano.

arrow_upward
x